generale

Sakineh Mohammadi Ashtiani rischia la pena di morte per lapidazione, firma l’appello di Amnesty International

Sakineh Mohammadi Ashtiani, iraniana madre di due figli, è stata condannata alla lapidazione per il reato di adulterio e per il presunto omicidio del marito – presunto perché il suo coinvolgimento in questo caso resta molto dubbio. Lasciata sola anche dal suo legale, è subito scattata una petizione di Amnesty International. Se la vita di Sakineh ti sta a cuore, firma anche tu!

Questa è Sakineh:

Sakineh Mohammadi Ashtiani, condannata in Iran a morte per lapidazione

Ecco come si procede alla lapidazione:

Donna Iraniana interrata prima di essere lapidata

Leggi la notizia nel dettaglio su MilleOrienti e su Amnesty International.

5 thoughts on “Sakineh Mohammadi Ashtiani rischia la pena di morte per lapidazione, firma l’appello di Amnesty International

  1. Cara Lucia,
    grazie del commento! Anche solo la breve frase che hai scritto potrebbe essere un importante stimolo per chi la leggerà ad aderire alla petizione di Amnesty International.
    k

    Like

  2. Nessuno e’ immune dal peccato uomo o donna che sia.
    SOLO DIO puo’ decidere della VITA di tutti noi esseri umani,
    al contrario TUTTI NOI mortali possiamo imparare ad avere
    PIETA’.

    Like

  3. Grazie Simona per il tuo accorato commento!
    Se mi permetti un’osservazione generale: anche chi sta condannando a morte Sakineh si crede spinto dal volere di Dio. Infatti l’Iran è ancora una teocrazia… più o meno come il Vaticano, ovviamente con un aproccio alla vita, all’etica e alla morale molto differente. Ciò che dici rischia di tradursi in una contrapposizione tra dèi. Il sillogismo che vi sta dietro è piuttosto semplice: (a) se solo Dio ha potestà sulla vita delle persone, (b) e se il tribunale che ha condannato Sakineh si rifà ad una legge – quella di matrice coranica – ispirata alla parola di Dio, (c) allora l’uomo quale massimo interprete della parola di Dio deve anche applicare la Sua legge (in effetti non è questo che si chiede all’uomo nella Bibbia, ovvero che egli segua ed applichi la legge di Dio?). Se però tu neghi che ciò sia possibile, allora o tu ti stai abagliando, o si stanno sbagliando i giudici iraniani, oppure il tuo Dio non è il Dio dei giudici iraniani con la conseguente inconciliabilità tra le due Leggi “divine” o presunte tali. Ma, attenzione!, la contrapposizione tra dèi non ha mai portato buoni frutti, e la storia è zeppa di pessimi esempi (ricordo che anche la guerra in Afghanistan è stata gestita da Bush mediante continui riferimenti ad un suo presunto “mandato divino” con cui esportare la democrazia).
    Personalmente, invece di sottolineare un eventuale intervento “dall’alto” – argomento che non tocca affatto tutti, poiché chi non crede ha altri orizzonti morali di riferimento e può non sentirsi affatto scosso da simili obiezioni – io rivendicherei il diritto UMANO, squisitamente LAICO, alla liberà di vivere la propria vita. Se poi ci dovesse essere pure un Dio che ci dà una mano in questo senso, tanto meglio! (Poi, non è del tutto vero che solo Dio può decidere della nostra vita, infatti l’uomo può sempre adottare il suicidio per porre fine alla sua esistenza… se consideriamo le tue parole, “solo Dio PUO’ decidere della nostra vita”, la possibilità di attuare il suicidio in buona sostanza depotenzia il primato divino di cui parli… quindi saremmo davanti ad un Dio, per dir così, indebolito, “dimezzato”).
    Inoltre, sostituirei l’abusato concetto di pietà con quello di compassione, ovvero il patire CON, il sentire, il figurarsi davvero le sofferenze che le altre persone in difficoltà sperimentano. La pietà, invece, si ha PER qualcuno che, con ciò stesso, resta un altro da me, distante da me.
    😉 k

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s