ambiente · india · tecnologia

Un nuovo gioiello in India: il T3 dell’aeroporto Indira Gandhi

Una prospettiva degli interni del T3 Indira Gandhi

Costruito in soli 37 mesi, il Terminal 3 (integrato nazionale e internazionale) dell’aeroporto di Delhi Indira Gandhi, che copre poco meno di 1.650.000 di metri quadrati ed è stato aperto nel luglio 2010, è pensato per gestire ben 34 milioni di viaggiatori l’anno, più che raddoppiando in tal modo la capacità precedente della struttura.

L’Indira Gandhi è il secondo aeroporto più grande in India e l’ottavo più grande nel mondo. Progettato da HOK International, il Terminal 3 è la prima struttura aeroportuale del Paese a ricevere un rating LEED Gold. In precedenza, infatti, il Rajiv Gandhi International Airport di Hyderabad aveva ricevuto un rating minore, un LEED Silver.

L'entrata al Terminal

Il Terminal 3 è una struttura ad alta tecnologia green: vi si utilizza il più possibile la luce naturale, i materiali impiegati, sia nella costruzione grezza, sia nelle finiture interne, hanno un’alta percentuale di riciclato e il trasporto dei viaggiatori tra i terminali è affidato a veicoli a batteria. Inoltre, è munito di una stazione di rifornimento a metano per gli altri veicoli di supporto ed una razionale quanto efficiente gestione dell’acqua, mediante 310 vasche di raccolta della pioggia, disseminate in tutto il sito. Per finire, una linea della metropolitana è stata costruita ex novo ampliare i servizi aeroportuali.

Il LEED Gold è stato concesso anche a fronte di comparazioni tra i tempi di costruzione di questo ed altri aeroporti internazionali. Ad esempio, il Terminal 3 dell’aeroporto di Pechino, con una capacità di 45 milioni di viaggiatori l’anno e voluto per le Olimpiadi del 2008, è stato ultimato in 60 mesi. Anche per il Terminal 5 di Heathrow, che può muovere 25 milioni di persone, sono stati necessari 60 mesi. Il Terminal 3 dell’aeroporto Changi di Singapore, invece, è stato consegnato dopo 76 e può gestire “soli” 22 milioni di viaggiatori.

Ecco un’India che declina con maestria nuove tecnologie, ecosostenibilità e design. Inutile dire che la notizia ha immediatamente guadagnato le prime pagine dei quotidiani del Subcontinente e di testate on-line di rilievo.

One thought on “Un nuovo gioiello in India: il T3 dell’aeroporto Indira Gandhi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s