cina · libri

Per “Orizzonti Cinesi”, L’asino d’oro lancia “Il modello Cina”

M. Miranda e A. Spalletta, Il modello Cina, L’asino d’oro, ISBN 978-88-6443-067-6, pp. 216, €18,00.

Alla luce dei progressi economici attuati dalla Cina negli ultimi anni e della efficace risposta che Pechino ha saputo dare alla crisi finanziaria globale, sono in molti a chiedersi se bisogna imparare dalla potenza asiatica e se è opportuno adottare il “Modello Cina”. Il concetto circola ormai da qualche tempo. «Per anni – come ha avuto modo di dire Suisheng Zhao, docente presso l’Università di Denver e editor della rivista Journal of Contemporary China – il Modello Cina è passato inosservato fino a quando, in occasione del 60esimo anniversario della Repubblica Popolare cinese, un ciclo di seminari che ha riunito molti studiosi che si sono confrontati sul tema ha portato a una conclusione: il sistema cinese si è dimostrato valido, mentre non si può dire lo stesso per quello occidentale». Questo libro, proponendo le sintesi di queste ricerche, vuole capire limiti e pregi di questo modello che non risulta avere basi ideologiche precise, ma che di fatto ha permesso alla Cina di mantenere una crescita costante nonostante la crisi (grazie soprattutto al pacchetto stimoli varato dal governo), una considerevole riduzione della povertà, e un maggior impegno del governo sul fronte estero.

Su AgiChina24 è possibile leggere un’intervista semisera ad Alessandra Spalletta (curatrice del libro assieme a Marina Miranda) e Federico Masini (autore della prefazione). Inoltre, qui trovate un comunicato relativo all’edizione e ai contenuti del testo.

I contributi raccolti nel libro sono di (tratto da AgiChina24): Jean-Philippe Béja, direttore di ricerca e Senior Researcher al Centre National de la Recherche Scientifique – Centre d’Études et de Recherches Internationales (Cnrs-Ceri) di Parigi; Bo Zhiyue, Senior Research Fellow presso il National East Asian Institute dell’Universita di Singapore; Paolo Borzatta, Senior Partner di The European House – Ambrosetti; Miriam Castorina, dottore di ricerca in Storia e civilta dell’Asia orientale presso l’Universita di Roma “Sapienza”; Aurelio Insisa, laureato in Lingue e civilta orientali presso l’Universita di Roma “Sapienza”; Alessandra C. Lavagnino, professore di Lingua e cultura cinese presso l’Universita Statale di Milano; Federico Masini, professore di Lingua e traduzione cinese e prorettore alla didattica presso l’Universita di Roma “Sapienza”; Marina Miranda, professore di Storia della Cina contemporanea presso l’Universita di oma “Sapienza”; Sonia Montrella, redazione AgiChina24; Barry Naughton, presidente del Chinese International Affairs Center della Graduate school of International Relations and Pacific Studies dell’Universita della California, San Diego; Angela Pascucci, giornalista, inviata in Cina per “il manifesto”; Luisa Paternicò, dottore di ricerca in Civilta, culture e società dell’Asia e dell’Africa presso l’Universita di Roma “Sapienza”; Giorgio Prodi, ricercatore di Economia applicata presso l’Universita di Ferrara; David Shambaugh, professore di Scienza politica e Affari internazionali, direttore del China Policy Program della Elliott School of International Affairs presso la George Washington University; Alessandra Spalletta, coordinamento del portale “AgiChina24”; Antonio Talia, corrispondente di Agi e di AgiChina24 da Pechino; Suisheng Zhao, docente presso il Center for China – United States  Cooperation, Graduate School of International Studies dell’Universita di Denver, editor del “Journal of Contemporary China”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s