economia · Università e Ricerca

Allarmante… con preghiera di firmare

Cari lettori, a fianco delle notizie allarmanti che si susseguono in questi giorni e che per lo più riguardano gli aspetti macroscopici della crisi economica, mi permetto qui di seguito di aggiungere una lettera che ho appena ricevuto via mail. Il testo è in inglese e riguarda la pericolosa prospettiva di tagliare drasticamente i finanziamenti alla ricerca, introducendo implicitamente l’idea che tutto ciò che non riguarda tecnologia, scienza applicata e simili, tutto sommato sia sacrificabile sull’altare del risparmio in tempi di magra. Voglio solo sottolineare, qui, che i tagli in discipline “rare”, come ad esempio lo sono alcuni ambiti della filologia, della letteratura, della filosofia, ecc., quando portano all’estinzione degli specialisti per mancanza di fondi, con ciò portano alla parallela scomparsa di nicchie di competenza che alle volte possiamo davvero definire delle vere e proprie eccellenze “di casa nostra”, delle punte di diamante a livello mondiale. Immaginamoci, poi, che in un futuro le cose migliorino economicamente e che vi sia ad esempio la volontà di ripristinare tali discipline… ebbene, saremmo costretti a “mendicare” il sapere da chi, in modo decisamente più lungimirante, avrà saputo tenere in vita queste particolari scienze, e immagino che ciò ci costerà molto di più di quanto costi adesso, soprattutto se consideriamo la situazione in termini di formatori che dovranno essere chiamati da Paesi stranieri a rieducare e riaggiornare i nostri allievi. Ma nel frattempo, i nostri allievi che dovessero trovarsi sguarniti di formatori in tali discipline, dovrebbero necessariamente recarsi a studiarle nei centri sopravvissuti, ad esempio muovendosi verso l’estero ed incrementando in tal modo il prestigio di quelli a scapito dei nostri. Di conseguenza, alla fuga dei cervelli si sommerebbe anche un’ulteriore incapacità di attrarre studiosi presso i nostri (inadeguati) centri di ricerca. A voi pare che tutto ciò abbia davvero senso? Che sia un valido modo di gestire il capitale in tempi di crisi? Se la risposta è “no”, allora leggete la lettera e firmate la petizione.

Dear colleagues,
with this message we would like to invite you to sign an Open Letter addressed to the European Commissioner for Research and Innovation (www.eash.eu/openletter2011 ), alerting her to the vital insights that Socio-economic Sciences and Humanities (SSH) contribute to address Europe’s and the world’s Grand Societal Challenges.
In view of legislative decisions to be taken on the next 100-Billion-worth EU Framework Programme Horizon 2020 (2014-2020), the letter stresses the necessity for a varied and strong research programme in the Socio-economic Sciences and Humanities (SSH): it argues that neglecting such potential contributions as SSH research risks undermining the EU strategy to develop innovative, inclusive and sustainable societies. Yet, there still is a distinct danger of insufficient funding in Horizon 2020 for research areas such as cultural change, demography, education, the economy and globalisation, identity politics and social cohesion, and many others. For background information on these matters see: www.eash.eu/openletter2011
The Open Letter initiative has grown out of deliberations among a number of European umbrella organisations in the area of SSH, and seeks to bring to the attention of the European Commission and national governments the concerns of the largest research community in Europe.
If you agree, that a substantial and independent SSH-centered research programme should be included in all future European Framework Programmes,  we invite you to sign the Open Letter online at www.eash.eu/openletter2011. Please also kindly spread this invitation to sign in your institutions and among your networks.
First results of this initiative will be presented to Commissioner Geoghegan-Quinn on 10 November 2011. We hope to be able to point to a high number of signatures as an expression of a groundswell of support and concern among SSH communities. The collection of signatures will, however, continue after this specific date, as the legislative decision process will last for longer.
Thank you in advance for signing and for supporting this initiative. Do not hesitate to contact us if you have any questions: SSH-letter@net4society.eu.
On behalf of the Inter-agency Task Group on SSH.Professor Milena Zic-Fuchs (Chair ESF Standing Committee for the Humanities)
Sir Roderick Floud (Chair ESF Standing Committee for the Social Sciences)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s