cina · società · Università e Ricerca

La Cina e Cambridge: una donazione… sospetta!

Mentre stavo passando in rassegna qualche testata giornalistica estera, stamani mi sono soffermato sul seguente articolo pubblicato qualche tempo fa su The Telegraph, che qui vi riporto (in inglese). La notizia riferita mi ha colpito molto, dato che appena il 3 novembre scorso avevo segnalato un altro articolo, apparso su Bloomberg, che riguarda la Cina e ingenti finanziamenti a università occidentali, a patto che si taccia sulla questione Tibet. Ciò che vi vedo di allarmante – ma vorrei davvero sbagliarmi! – è che a me pare la Cina stia foraggiando o cercando di foraggiare i centri universitari di eccellenza di Europa e USA con il malcelato intento di accaparrarsi, per dir così, “quote” di consenso presso i consigli direttivi (rettorati, consigli di facoltà, ecc.) di quelle strutture che hanno da sempre formato i propri allievi al libero pensiero e all’indagine critica. Inutile dire che se una certa linea politica dovesse passare a livello direttivo, anche i corsi di laurea prima o poi ne saranno influenzati, con il risultato che gli studenti potrebbero essere esposti al rischio di ricevere una formazione “di parte”… Comperare le università per comperare le coscienze?

Vi invito a leggere questo articolo e a farvi la vostra opinione:

«Cambridge University has come under pressure to reveal the identity of a mysterious Chinese foundation that is donating £3.7 million for a new professorship, amid fears that the pressure to raise funds may have exposed it to backdoor diplomacy by Beijing. The Daily Telegraph has learned that a number of Cambridge teachers object to the substantial gift from the Chong Hua Foundation, which is set to create a new chair of Chinese Development at a new Centre of Development Studies. The post would be occupied by Professor Peter Nolan, who has links to the family of Wen Jiabao, the Chinese premier. The donation comes in the wake of the Woolf report on the £1.5 million donation to the London School of Economics by a foundation run by Col Gaddafi’s son Saif al-Islam, which placed foreign contributions to cash-strapped British universities under extra scrutiny. (continua…)».

Advertisements

One thought on “La Cina e Cambridge: una donazione… sospetta!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s